Seguici su:

29/06/2022
Trofeo delle regioni: il commento dei protagonisti

Siamo entrati nel vivo del Trofeo delle Regioni Aequilibrium Cup di Salsomaggiore. La selezione femminile ha inaugurato la kermesse con un successo per 2-0 contro le Marche (25-17, 25-13), per poi inciampare al cospetto della Lombardia (2-1; 16-25, 25-21, 9-15). Nella seconda giornata, la squadra di Glauco Pignattone ha complicato la strada della Toscana che è comunque riuscita ad imporsi al terzo set: 1-2 (25-23, 21-25, 8-15) ed ha perso contro l'Emilia Romagna (2-0; 25-19, 25-13).

Giovedì 30 giugno, la rappresentativa femminile incrocerà la Lombardia (15.30) ed il Lazio (17.00).

Questo il commento di mister Pignattone al termine della prime due giornate: "Questa avventura è cominciata oltre le aspettative. La vittoria contro le Marche e il set strappato alla Lombardia ci permette di proseguire il cammino con un buon punteggio. La partita contro la Lombardia ha messo in evidenza un gruppo che avrebbe addirittura meritato di più e questo non può che renderci soddisfatti per quanto fatto. Contro la Toscana abbiamo sofferto un cambio all'ultimo minuto e non abbiamo giocato al meglio delle nostre possibilità, anche naturalmente per merito delle nostre avversarie. Ora pensiamo ad andare avanti nella speranza che possano arrivare altri sorrisi".

I ragazzi di Marchesini, temporaneamente affidati alla guida di Andrea Carbone, hanno battezzato il trofeo con due successi, entrambi per 2-0, rispettivamente contro Calabria (25-18, 25-17) e Alto Adige (25-19, 25-17). Lieve calo nel secondo giorno dove sono arrivate le sconfitte contro Emilia Romagna (2-1; 25-27, 25-21, 17-15) e Veneto (0-2; 19-25, 14-25).

Di seguito le parole di Carbone: "Abbiamo rotto il ghiaccio all'esordio mettendo in campo una gara determinata ed attenta e contro l'Alto Adige siamo riusciti a confermare il nostro stato di forma. Questa mattina abbiamo tenuto testa ad una squadra dotata di grande potenziale quale l'Emilia Romagna; resta il rammarico per essere andati ad un passo da un risultato importante e prestigioso, sfumato solamente nel finale. Contro il Veneto abbiamo infine accusato un calo psicofisico che ha reso ancora più complicata una partita di per sé già difficile. Siamo comunque soddisfatti per come gioca la nostra rappresentative. Stiamo crescendo e onorando questo torneo".

Sul cammino della maschile, giovedì 30 giugno si barricherà la Sicilia (alle 9) ed il Lazio (10.30)